Telegram e il nuovo modo di messaggiare

Ultime News

Un tempo c’erano gli SMS, gli MMS erano roba seria per poter inviare contenuti anche se certamente non hanno avuto il successo degli “short message” e comunque quando qualcuno te ne inviava uno ti sentivi una sorta di privilegiato visto il costo dell’invio. Poi arrivò Whatsapp che ha rivoluzionato il mondo dei messaggi istantanei spedendo i tanto amati SMS nel dimenticatoio. Praticamente gratuito con il suo costo irrisorio o addirittura gratis per i primi utenti Apple con Whatsapp è possibile inviare messaggi, contenuti e fare addirittura chiamate. In pochissimo tempo ha raggiunto un numero di utenti incredibile tanto da attirare l’attenzione di Facebook che l’ha acquistato. In molti hanno provato a fare concorrenza al “telefonino verde” senza grandi risultati; poi fu la volta di Telegram.Telegram_logo

Telegram probabilmente ancora poco conosciuto dalla massa, è stato fondato nel 2012 dai fratelli Nikolai e Pavel Durov ed è sicuramente l’unico che è riuscito a fare una vera concorrenza a Whatsapp. In realtà Telegram non ha assolutamente niente da invidiare a Whatsapp, anzi probabilmente offre anche più “servizi” e inoltre è anche completamente gratuito.

La differenza sostanziale è che Telegram funziona tramite cloud e le conversazioni saranno sempre sincronizzate con tutti i dispositivi e inoltre non sarà necessario effettuare i backup delle conversazioni. L’applicazione è anche al top in quanto a privacy, infatti le chat sono criptate dai server della app a 256 bit e inoltre si possono creare chat segrete che si auto-elimineranno in base ad un timer preimpostato così da essere totalmente non rintracciabili.

Ma non è finita qui, infatti una vera novità e differenza con Whatsapp è il fatto che su Telegram esistono i Canali. Cosa sono? Semplice, sono come delle chat dove chiunque si può iscrivere cercando il canale che gli interessa e avere informazioni o leggere aggiornamenti su quel determinato argomento. Ovviamente la comunicazione è unidirezionale e gli utenti non possono interagire con i contenuti ma comunque rimane una cosa molto interessante per restare sempre aggiornati sui propri interessi. Chiunque ne può creare uno personale dalla schermata principale alla voce “Nuovo Canale”, basta scegliere un nome, un link personale e il gioco è fatto.

Anche le emoticon sono diverse e molto più personalizzate e personalizzabili e soprattutto più numerose. La vera novità però sono gli Sticker, emoji molto più elaborate e caratterizzate e inoltre ogni singolo utente potrà crearne di personali o addirittura condividerle col mondo creando una propria collezione. Se trovi uno sticker che non possiedi basterà “tapparci” sopra e sarà parte della tua collezione. Dunque Telegram sembra essere oltre che molto funzionale anche un’applicazione molto aperta e personalizzabile.

Un’altra cosa che troverete su Telegram sono i Bot. I bot non sono altro che degli automatismi che permettono di semplificare e velocizzare operazioni senza mai uscire da Telegram. Sono praticamente degli utenti che corrispondono a degli script che rispondono a dei comandi. Ma vediamo meglio nello specifico di che si tratta per far luce ad ogni dubbio. I bot più comuni sono ad esempio @pic per accedere a Google Immagini, @vid per aprire video su YouTube, @gif per le ricerche su Giphy, @wiki per Wikipedia. Ma i bot sono davvero infiniti, puoi conoscere al volo il prezzo di un oggetto inserendo il bot di Amazon ad esempio seguito dal nome dell’oggetto. Puoi perfino utilizzare i bot per formattare il testo ad esempio utilizzando il bot @bold il testo che segue diventerà in grassetto.

Su Storebot.me potrai trovare tutti i bot catalogati per classifica o categoria, se invece conosci già il bot che ti interessa basta andare sul motore di ricerca e aggiungere il bot alla lista degli amici e taggarlo quando ti serve. Niente di più facile e comodo.

Altra cosa per niente scontata è il fatto di poter inviare qualsiasi tipo di file fino ad una dimensione massima di 1.5 giga e inoltre creare gruppi chat fino a mille persone. Se ti perdi nelle migliaia di notifiche di una chat non c’è problema perché all’apertura della chat Telegram ti riporterà all’ultimo messaggio letto e quindi non ti perderai nulla. Quante volte è capitato poi di voler rispondere all’interno di una chat di gruppo ad una singola persona? Con Telegram si può fare, basta digitare @ e compariranno tutte le persone taggabili all’interno del gruppo e la persona interessata capirà subito che quel messaggio è destinato esclusivamente a lei.

Telegram desktopSe tutto questo non basta potrai anche gestire le tue chat direttamente dall’applicazione desktop direttamente dal tuo pc.

Basta avere un telefono o un tablet, un numero di telefono, andare sullo store e scaricare Telegram.

 

 

Written by admin

Leave a Reply